stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
Utenti con dislessia
logo del comune
Comune di Sommariva Perno
Stai navigando in : Le News
CALCIO A SOMMARIVA: UN PROBLEMA SENTITO

Siamo un gruppo di genitori che segue ancora con passione le vicende calcistiche dell'US Sommariva Perno o con trepidazione sta alla radio ogni domenica alla ricerca del risultato finale della partita.
Ci rivolgiamo a Il Perno, organo comunale di informazione, che giunge periodicamente a tutte le famiglie di Sommariva Perno, per far conoscere, appunto, e far partecipi i "compaesani" di un problema (non grave, per la verità: i grossi problemi sono altri!) che da anni ormai tocca e coinvolge una buona fetta di giovani del paese.
Ci rivolgiamo soprattutto al Direttivo (o chi per esso) dell'USD Sommariva Perno, per chiedere alcune illuminazioni o semplici chiarimenti in merito al coinvolgimento dei giovani del paese in seno all'associazione (pur legittimando e rispettando l'impegno che i membri del direttivo profondono in tale attività).
Ci rivolgiamo, inoltre, al Sindaco, per conoscenza, per ottenere risposta ad alcune domande (non a tutte: alcune esulano, forse, dal suo raggio di competenza) relative alla situazione dei giovani di Sommariva Perno e su tematiche attuali, sociali, legate al tempo libero e al coinvolgimento che essi hanno nelle strutture sportive e non del tessuto sociale e ricreativo del paese.


* Sommariva Perno, paese di 3000 abitanti, ha veramente bisogno di una squadra che punta all'Eccellenza, formata da giocatori "esterni" (con costi altissimi per acquisti, rimborsi spese, gettoni di presenza..), oppure di una squadra in Prima Categoria o in Promozione, con giocatori del luogo?
* Il settore giovanile deve essere il "serbatoio", il punto di arrivo dei giovani che frequentano le giovanili: quali obiettivi hanno i nostri ragazzi attualmente? Avranno la possibilità di accedere alla prima squadra?(. . .per adesso NO!).
* Ad inizio campionato erano 6-7 i giovani del paese nella rosa della prima squadra, ora sono 2 (e delusi. . .!). perché? (In compenso sono arrivati 5 giocatori della provincia di Torino).
* perché si adopera la politica dell'"usa e getta" verso i ragazzi del paese? Vanno bene finchè servono (per avere le squadre giovanili e come "salvadanaio" per la prima squadra) poi, puntualmente, arrivederci e. . .. senza neanche un "grazie!", spediti verso altre spiagge o abbandonati. . ..?
* Chi segue, visiona, segnala i giocatori nel "torinese" prima di acquistarli?
* Chi non trova squadra nel "torinese", sarà veramente un fenomeno quando viene a giocare a Sommariva Perno (quante meteore si sono viste nel ciel di Sommariva!!!)?
* perché la società è "abbastanza" invisa alle squadre del circondario? perché non fare apertura di amicizie e collaborazione con società limitrofe per scambi rapidi o prestiti di giocatori nella zona (vedi Corneliano che ha raggiunto l'Eccellenza con 8/11 di giocatori della rosa provenienti dall'Albese Calcio)?
* perché, a parità di valore (se così possiamo chiamarlo) "vale" o si preferisce comprare giocatori fuori zona, anzichè scommettere sui giovani del paese? La squadra è retrocessa dall'Eccellenza in Promozione senza ragazzi residenti a Sommariva Perno nell'11 titolare: erano veramente fenomeni gli stranieri?
* perché non si tiene conto delle esigenze del paese? I giovani dopo i sedici anni non hanno più nessun gruppo di aggregazione, di intento sportivo e sociale (snobbati dalle società sportive, parrocchia, comune. . .): il calcio forse servirebbe a creare un ambiente di contatto ancora sano, di giusta competizione, di ritrovo. . .
* perché Sommariva Perno, comune così attento al territorio, alle tematiche ambientali, non è così sensibile verso i giovani, soprattutto quelli tra i 16 e i 20 anni (età molto critica)?
* I nostri giovani non sono forse "risorse del paese", della squadra, del tessuto sociale e, domani, anche lavorativo? E' giusto trattarli in questo modo? E perché? Solo per avere una squadra in una categoria maggiore, con tanti "stranieri", con un costo altissimo di gestione, ma senza spettatori?
* Gli sponsor (soprattutto quelli del paese) cosa dicono? Sanno di questa situazione?
Si abbia almeno la delicatezza o il pudore di cambiare nome alla squadra (suggeriamo TORINO DUE).
Gradiremmo una semplice risposta, non per motivi personali o polemici, ma finalizzata ad un intento (siamo genitori) educativo e formativo doveroso verso i nostri figli.


Un gruppo numeroso di genitori di Sommariva Perno

   Le news
Comune di Sommariva Perno - Piazza Marconi, 8 - 12040 (CN)
  Tel: 0172.46021   Fax: 0172.46658
  Partita IVA: 00533830048
  P.E.C.: sommariva.perno@cert.ruparpiemonte.it   Email: sommariva.perno@ruparpiemonte.it
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.Maggiori informazioni.